Come uscire da questo sonno esistenziale in cui siamo caduti?
Come uscire da questo clima così diffuso di sfiducia e di perdita di speranza?
Diverse le cause e molti i rimedi suggeriti, ma questo tasso elevato di assenza di prospettive presenti e future, non pare calare.
Cosa fare per non soccombere dinanzi a una depressione che non è più solo di natura economica-finanziaria ma esistenziale?
A CHI guardare per una soluzione vera e definitiva?
A questa domanda tanto importante il salmista biblico risponde: ” Il mio aiuto viene dal Signore, che ha fatto il cielo e la terra.” (121:1-2)
Ti sembra poco? Si tratta di una risposta semplicistica e banale? Nient’affatto!

Noi di speranzaxmilano abbiamo fatto la sua stessa esperienza e non siamo rimasti delusi dal Signore. Nella lettura del Vangelo abbiamo appreso che la buona notizia consiste nel fatto che grazie all’opera di Gesù Cristo, il Figlio di Dio fattosi uomo, noi che siamo senza speranza nel mondo, perché senza Cristo e senza Dio, ne riceviamo una di speranza che non viene meno dinanzi a niente e a nessuno (Efesini 2:12).

La morte di Gesù aveva rappresentato per i suoi discepoli la fine di ogni speranza, ma quando Egli risorto si avvicina a due di loro e fa un tratto di strada parlando con loro e infine si rivela loro quale Signore vivente, la loro sfiducia e assenza di speranza lasciano il posto alla gioia e alla fiducia ritrovate.

Qualcuno si chiederà: ma questa speranza é tale da aiutarmi a superare le asperità concrete che attanagliano la mia esistenza umana, qui ed ora? La risposta che il Vangelo fornisce é affermativa. Perché la soluzione si fonda in Dio e in nessun’altro. I problemi restano con tutta la loro forza e durezza, ma la presenza del Signore in te farà la differenza. Lascia che Gesù trasformi anche la tua sfiducia in “speranza viva mediante la risurrezione di Gesù Cristo dai morti” (1Pietro. 1:3)