In questo periodo dell’anno si dà molta attenzione a Gesù. Tutti amano un bambino appena nato, e sopratutto Colui che dicono essere il Figlio di Dio. In un certo senso la nascita di Gesù non offende nessuno. Quando pensiamo alla sua nascita

 le parole che vengono in mente sono positive – speranza, amore, luce, pace ecc.. Però, se vogliamo considerare veramente la nascita di Gesù dobbiamo pensare allo scopo per cui è nato e chiederci: Perché Gesù è venuto nel mondo?  Ecco tre ragioni per cui Gesù è venuto sulla terra:

1) In Luca 19, 10 leggiamo queste parole di Gesù: perché il Figlio dell’uomo è venuto per cercare e salvare ciò che era perduto». Il contesto di questo versetto è la storia di Zaccheo. Egli era il capo dei pubblicani e quindi non era gradito ai giudei. I pubblicani, in quanto esattori per conto dei romani, sovente frodavano la gente facendo pagare più del dovuto. Per questo le persone che videro Gesù entrare in casa di Zaccheo non potevano credere ai loro occhi perché quest’uomo era veramente un grande peccatore. A rischio di essere considerato lui stesso un peccatore, Gesù volle fermarsi a casa sua. Poi egli spiegò che era venuto per cercare e salvare le persone come Zaccheo. La verità è che ognuno di noi é un peccatore. La Bibia dice che non c’è nessun giusto, neppure uno… tutti hanno peccato e sono privi della gloria di Dio (Romani 3,10 e 23). Questa è una brutta notizia, però la buona notizia è che Gesù è venuto a cercarci e salvarci.

Domani vedremo la seconda ragioni per la nascita di Gesù.  2) Testimoniare della verità.