Da sempre il libro dei Salmi ha ispirato la devozione, alimentata la fede e orientata la vita di moltissimi cristiani. Esso è tante cose insieme: è un libro di canti e preghiere sia personale che comunitario, di esperienze di vita partecipate in cui altri possono riconoscersi, in esso si celebra il Dio che si rivela nella sua Legge, esaltandone il carattere santo, giusto, compassionevole e fedele.

Forse non tutti sanno che il Salterio biblico è il libro più citato nel Nuovo Testamento e di fatto costituiva il libro dei canti e delle preghiere sia del popolo d’Israele, che di Gesù e della chiesa primitiva. E’ tanto stato così che nelle chiese nate dalla Riforma protestante il Salterio biblico è stato musicato e impiegato quasi esclusivamente come libro di cantici cristiani. Ancora oggi vi sono chiese che cantano esclusivamente salmi musicati, mentre altre hanno integrato al Salterio biblico canti dell’innologia contemporanea.

Ma il libro dei Salmi è molto ancora, perché oltre a essere un libro di canti e di preghiere – entrambe  espressioni di una quotidianità vissuta all’insegna della fede in Dio e nella sua parola – è una scuola di vita vissuta che noi tutti facciamo bene a frequentare con impegno e assiduità, se vogliamo fare l’esperienza della felicità che è propria di coloro che scelgono di seguire Dio e non gli uomini.

Infatti il Salterio si apre proprio con questa considerazione: “Felice l’uomo che non cammina secondo il consiglio degli empi… ma il cui diletto è nella legge del Signore e su quella legge medita giorno e notte…” e si chiude con questo invito: “Ogni cosa che respiri lodi il Signore

Questo è ciò che vogliamo fare per alcune domeniche: focalizzare la nostra attenzione su alcuni salmi in particolare con lo scopo di riflettere su problematiche a noi vicine onde far maturare e approfondire il nostro rapporto con Dio.

Noi vogliamo sperare che anche altri vorranno unirsi a noi in questo percorso di vita nella certezza che si tratterà per tutti di un cammino fruttuoso e benedetto, dato che le nostre singole vite sono preziose per il Signore che le ha acquistate al prezzo del suo sangue sparso alla croce.