Quando pensi alla legge, qual è il tuo primo pensiero? E’ un pensiero negativo o positivo? Ci sono coloro che pensano che le regole siano buone e indispensabili alla società perché rendono possibile l’ordina civile e proteggono i diritti di tutti. Dall’altro canto ci sono coloro che vedono la legge come una catena e un ostacolo alla loro libertà. Vogliono poter fare ciò che vogliono senza alcun freno.

I 10 Comandamenti di Dio probabilmente sono tra gli aspetti più conosciuti della Bibbia. Anche la maggior parte dei non cristiani pensano favorevolmente ad essi. Nella Bibbia vengono dati dal Signore al suo popolo subito dopo averlo liberato dalla schiavitù. Dio sta così dicendo al suo popolo che se vogliono rimanere liberi, devono osservare la sua legge. La legge di Dio porta alla vera libertà e la preserva. Ma come?

Un teologo fa notare che nella legge abbiamo uno specchio in cui vedere ciò che siamo: non uccidere, perché sei un assassino; non commettere adulterio, perché sei un adultero! E’ assolutamente necessario che conosciamo questa funzione di smascheramento della legge. Così possiamo essere liberati dalla presunzione e dall’ipocrisia.

La legge ci dice chiaramente che non dovremmo cercare la nostra salvezza nell’essere più morali, virtuosi e rispettosi della legge, ma che possiamo essere dichiarati e resi di fatto liberi solo mediante un legame vivente con la persona di Gesù Cristo, il quale ha adempiuto tutta la legge. Senza Cristo la legge ci condanna, con Cristo la legge rimane lo statuto della nostra libertà!

In questa serie di 11 incontri sui 10 Comandamenti vogliamo valorizzare insieme questa libertà che Dio ci offre. Considereremo anche come possiamo vivere in concreto queste 10 parole di Dio, e ciò non per meritare il suo favore, perché Egli ci salva per grazia e mediante la fede in Gesù Cristo solo.

Il prologo: La legge di Dio è fondata sulla grazia di Dio (4/5)

  1. Non avere altri dèi oltre a me: l’idolatria è il tradimento di Dio (11/5)
  2. Non farti scultura, né immagine alcuna: adora il Signore come Egli vuole (18/5)
  3. Non pronunciare il nome del Signore, Dio tuo, invano: l’importanza del nome di Dio (25/5)
  4. Ricòrdati del giorno del riposo per santificarlo: entra nel riposo del Signore (1/6)
  5. Onora tuo padre e tua madre: lunga vita ai figli ubbidienti! (8/6)
  6. Non uccidere: la vita non è nella tua disponibilità (15/6)
  7. non commettere adulterio: l’esclusività dell’unione matrimoniale (22/6)
  8. Non rubare: a ciascuno il suo! (29/6)
  9. Non attestare il falso contro il tuo prossimo: per una giustizia più giusta! (6/7)
  10. Non concupire: chi si accontenta gode! (13/7)

Tutti gl’incontri avranno luogo la domenica alle ore 18 a speranzaxmilano in via Veglia, 49